Be Happy. La mindfulness a scuola

/ / Senza categoria

Be Happy. La mindfulness a scuola
May I Be Happy

un film di Eric Georgeault e Helene Walter
produzione: Tama Productions
distribuzione: Wanted Cinema
Francia, 2018 ● 79 minuti

v.o. inglese con sottotitoli in italiano

2018, Awareness Film Festival: premio della giuria
selezione ufficiale: Tel Aviv Spirit Film Festival e Human Rights Film Festival, Barcellona

mercoledì 11 settembre, alle 21.00 avvicinamento alla Mindfulness
sotto la guida di Barbara Chignoli e Lisa Colladet di Mondomindful
alle 21.30 proiezione del film
dopo il film videochiacchiere con Eric Georgeault e Helene Walter

In occasione della giornata mondiale della Mindfulness Wanted Cinema torna in sala, dopo Walk with me, con un nuovo documentario dedicato al potere della “consapevolezza”. Per ricordarci l’esistenza di una naturale capacità di benessere e di felicità. “Se siamo felici, se siamo in pace, possiamo sbocciare come un fiore”.

venerdì 20 settembre
13:30

sabato 21 settembre
12:40

martedì 24 settembre
14:40

mercoledì 25 settembre
12:20

Un documentario per scoprire l’importanza che la pratica della Mindfulness può avere nel trasformare la vita dei giovani. Attraverso immagine poetiche il film mostra i benefici della pratica come via d’uscita dalla violenza e dalla sofferenza, una soluzione accessibile alle giovani generazioni. In scuole private, pubbliche, per le strade o nei centri di detenzione minorile, il film coglie le vere sfide che i ragazzi americani devono affrontare e osserva il lavoro degli educatori tra interviste a insegnanti e leader nel campo della ricerca e dell’educazione alla “consapevolezza”.

«Lo stimolo per realizzare questo film è stato la voglia di ampliare la nostra conoscenza sulla pratica dell’insegnamento della Mindfulness ai giovani. Abbiamo lasciato il mondo aziendale per lanciarci in questo progetto. Abbiamo investito il nostro amore e la nostra energia, i nostri fondi e un anno del nostro tempo. Ora stiamo lavorando per distribuire il film in modo che possa essere visto da quanti più occhi possibile e per diffondere interesse in modo che più bambini possano avere accesso a questo meraviglioso strumento. Il nostro desiderio è che il film sia reso disponibile ai numerosi educatori là fuori che stanno già facendo un ottimo lavoro con i bambini e a coloro che sono curiosi di saperne di più.» (Eric Georgeault e Hélène Walter)