Detroit

/ / Senza categoria

Detroit

un film di Kathryn Bigelow
con John Boyega, Will Poulter, Anthony Mackie, Hannah Murray, Jack Reynor,
John Krasinski, Kaitlyn Dever, Tyler James Williams, Jason Mitchell
sceneggiatura: Mark Boal ● fotografia: Barry Ackroyd
montaggio: William Goldenberg, Harry Yoon ● musiche: James Newton Howard
produzione: Annapurna Pictures, First Light Production
distribuzione: Eagle Pictures
Stati Uniti, 2016 ● 143 minuti

v.o. inglese con sottotitoli in italiano

Detroit, il nuovo film della regista Premio Oscar Kathryn Bigelow trascina lo spettatore in uno degli episodi più sanguinosi della
moderna storia americana che però riporta a un presente quantomai attuale

sabato 20 gennaio
22:20

lunedì 22 gennaio
12:40

La storia è ispirata alle sanguinose rivolte che sconvolsero Detroit nel 1967. Tra le strade della città si consumò un vero e proprio massacro ad pera della polizia, in cui persero la vita tre afroamericani e centinaia di persone restarono gravemente ferite. La rivolta successiva portò a disordini senza precendenti constringendo cosi’, ad una presa di coscienza su quanto accaduto durante quell’ignobile giorno di cinquant’anni fa.

«Il mezzo cinematografico parla al subconscio, chiedendo allo spettatore quasi un coinvolgimento attivo. In questo caso, volevo mettere lo spettatore dentro il Motel Algiers, così da fargli vivere l’esperienza quasi in tempo reale. Quando stai realizzando una storia su un evento di vita reale e incontri i testimoni di quell’evento, vuoi essere sicura che queste esperienze non siano accadute invano, che puoi trasferire la risonanza della loro storia e rivelarla al pubblico. (…) Penso che uno degli aspetti più importanti nella preparazione di questo film – al meno per quel che mi riguarda – è stato quello di passare del tempo con queste persone che sono effettivamente sopravvissute a questo incidente. Hanno fornito una rappresentazione profondamente dettagliata di quella notte. Cinquant’anni dopo, molti di loro sono ancora visibilmente sconvolti da quell’evento ed è comprensibile.» (Kathryn Bigelow)

«Non credo che le review stellari e il profumo di Oscar siano sufficienti a esprimere la grandezza di quello che la regista Bigelow e lo sceneggiatore Mark Boal hanno ottenuto con Detroit. È un violento capolavoro che scava nel passato americano per far emergere il razzismo sistemico che ancora infetta il nostro tempo. Bigelow concentra la sua attenzione sull’Algiers Motel, dove un banale incidente si trasforma in un assedio da parte della polizia. Quella notte di terrore perdono la vita tre afroamericani, e altri nove (comprese due donne bianche) vengono picchiati brutalmente. Nel processo che segue – com’è facile immaginare – gli autori delle violenze saranno assolti. Detroit ha il piglio adrenalinico di un thriller, e la dolorosa urgenza di un documentario. È difficile da guardare, ma impossibile da ignorare.» (Peter Travers, rollingstone.it)