Die Mauer ● 1989-2019 Trent’anni senza muro

/ / Senza categoria

Die Mauer ● Il Muro
1989-2019 trent’anni senza muro
Rassegna cinematografica  itinerante

un film di Jurgen Böttcher
sceneggiatura: urgen Böttcher ● fotografia: Thomas Plenert
montaggio:  Gudrun (Steinbrück) Plenert ● suono: Ronald Gohlke, Henner Golz
produzione: Deutsche Film (DEFA)
distribuzione: Reading Bloom
Germania, 1990 ● 99 minuti

1991, Berlinale: premio FIPRESCI ● European Film Awards: Menzione Speciale
documentario europeo dell’anno

martedì 15 ottobre ospite in sala Federico Rossin e Alessandro Del Re, curatori della rassegna

1989-2019 Trent’anni senza muro
è una rassegna itinerante curata da Federico Rossin e Alessandro Del Re e distribuita nelle sale italiane da Reading Bloom. Nasce dalle retrospettive curate da Federico Rossin sul cinema documentario della Germania dell’Est a États généraux du film documentaire de Lussas e Voci dell’Inchiesta 2019.

La selezione dei titoli in programma è volta a presentare al pubblico uno spaccato di vita nell’ex DDR a cavallo del 1989, anno decisivo per la recente storia tedesca ed europea.

Die Mauer è il primo di tre film dedicati alla caduta del muro e ai cambiamenti che hanno seguito a quest’evento. Proposto da un regista-pittore, è un film di eccezionale qualità che lavora prevalentemente sull’immagine e sul suono, raccontando gli ultimi giorni del muro di Berlino nel centro della città intorno a Potsdamer Platz e alla Porta di Brandeburgo. un racconto in cui lo smantellamento del muro pervade i sensi.  Considerato il film più rappresentativo sulla caduta del muro, sullo sfondo acustico di macchine edili, masse curiose e l’arrivo inarrestabile dei media, Die Mauer riflette l’anima di Berlino in quei giorni di cambiamento.

Attraverso tre lungometraggi firmati da altrettanti registi e registe dell’ex DDR “1989-2019 Trent’anni senza muro” pone l’accento su una narrazione della caduta del muro di Berlino e della scomparsa della DDR che possa svelare nuovi punti di vista sugli eventi del 1989. In tal senso le tre opere scelte (Die Mauer/Il muro, Winter Adé/Addio inverno e Verriegelte Zeit/Tempo bloccato),  propongono allo spettatore un percorso all’interno della dissoluzione della Germania Est che rintracci il decadimento ideologico sentimentale di un popolo e che sveli una società non pacificata durante il processo di unificazione con la Germania Ovest. Una visione che possa anche fornire ad un pubblico più giovane delle possibili chiavi di lettura di un periodo storico cruciale per la recente storia europea.
Per rendere possibile tale svelamento i due curatori hanno scelto tre lungometraggi documentari prodotti dalla defunta DEFA (Studi cinematografici statali della DDR) e che potessero mostrare agli spettatori lo sguardo dei registi nati e cresciuti all’interno della DDR e il loro punto di vista sul cambiamento politico avvenuto.

La retrospettiva si avvale della collaborazione del Goethe Institut Italia, di Cinemazero, del festival di cinema del reale Le Voci dell’Inchiesta; è inoltre parte del progetto di diffusione del cinema documentario Doc Friendly.
I film della rassegna fanno parte dell’archivio della Deutsche Kinematheke della DEFA-Stiftung.

«Il miglior documentario sulla caduta del Muro, premiato in tutto il mondo, è il racconto memorabile dello smantellamento della mostruosa costruzione al centro di Berlino e un requiem per il Paese amato e odiato dal cineasta e pittore Jürgen Böttcher.» (Mymovies.it)

Die Mauer ● 1989-2019 Trent’anni senza muro

/ / Senza categoria

Die Mauer ● Il Muro
1989-2019 trent’anni senza muro
Rassegna cinematografica  itinerante

un film di Jurgen Böttcher
sceneggiatura: urgen Böttcher ● fotografia: Thomas Plenert
montaggio:  Gudrun (Steinbrück) Plenert ● suono: Ronald Gohlke, Henner Golz
produzione: Deutsche Film (DEFA)
distribuzione: Reading Bloom
Germania, 1990 ● 99 minuti

1991, Berlinale: premio FIPRESCI ● European Film Awards: Menzione Speciale
documentario europeo dell’anno

martedì 15 ottobre ospite in sala Federico Rossin e Alessandro Del Re, curatori della rassegna

1989-2019 Trent’anni senza muro
è una rassegna itinerante curata da Federico Rossin e Alessandro Del Re e distribuita nelle sale italiane da Reading Bloom. Nasce dalle retrospettive curate da Federico Rossin sul cinema documentario della Germania dell’Est a États généraux du film documentaire de Lussas e Voci dell’Inchiesta 2019.

La selezione dei titoli in programma è volta a presentare al pubblico uno spaccato di vita nell’ex DDR a cavallo del 1989, anno decisivo per la recente storia tedesca ed europea.

Die Mauer è il primo di tre film dedicati alla caduta del muro e ai cambiamenti che hanno seguito a quest’evento. Proposto da un regista-pittore, è un film di eccezionale qualità che lavora prevalentemente sull’immagine e sul suono, raccontando gli ultimi giorni del muro di Berlino nel centro della città intorno a Potsdamer Platz e alla Porta di Brandeburgo. un racconto in cui lo smantellamento del muro pervade i sensi.  Considerato il film più rappresentativo sulla caduta del muro, sullo sfondo acustico di macchine edili, masse curiose e l’arrivo inarrestabile dei media, Die Mauer riflette l’anima di Berlino in quei giorni di cambiamento.

Attraverso tre lungometraggi firmati da altrettanti registi e registe dell’ex DDR “1989-2019 Trent’anni senza muro” pone l’accento su una narrazione della caduta del muro di Berlino e della scomparsa della DDR che possa svelare nuovi punti di vista sugli eventi del 1989. In tal senso le tre opere scelte (Die Mauer/Il muro, Winter Adé/Addio inverno e Verriegelte Zeit/Tempo bloccato),  propongono allo spettatore un percorso all’interno della dissoluzione della Germania Est che rintracci il decadimento ideologico sentimentale di un popolo e che sveli una società non pacificata durante il processo di unificazione con la Germania Ovest. Una visione che possa anche fornire ad un pubblico più giovane delle possibili chiavi di lettura di un periodo storico cruciale per la recente storia europea.
Per rendere possibile tale svelamento i due curatori hanno scelto tre lungometraggi documentari prodotti dalla defunta DEFA (Studi cinematografici statali della DDR) e che potessero mostrare agli spettatori lo sguardo dei registi nati e cresciuti all’interno della DDR e il loro punto di vista sul cambiamento politico avvenuto.

La retrospettiva si avvale della collaborazione del Goethe Institut Italia, di Cinemazero, del festival di cinema del reale Le Voci dell’Inchiesta; è inoltre parte del progetto di diffusione del cinema documentario Doc Friendly.
I film della rassegna fanno parte dell’archivio della Deutsche Kinematheke della DEFA-Stiftung.

«Il miglior documentario sulla caduta del Muro, premiato in tutto il mondo, è il racconto memorabile dello smantellamento della mostruosa costruzione al centro di Berlino e un requiem per il Paese amato e odiato dal cineasta e pittore Jürgen Böttcher.» (Mymovies.it)