Diorama

/ / Senza categoria

Diorama

un film di Demetrio Giacomelli
soggetto: Demetrio Giacomelli, Matteo Gatti e Matteo Signorelli
sceneggiatura: Demetrio Giacomelli, Matteo Signorelli
fotografia: Massimo Foletti ● montaggio: Demetrio Giacomelli
produzione: Controra Film, Marechiaro Film
distribuzione: Arch Film
Italia, 2017 ● 86 minuti

v.o. italiano e inglese con sottotitoli in italiano

35° Torino Film Festival, vincitore della sezione Italiana.doc

Proiezione speciale alla presenza degli autori Demetrio Giacomelli, Matteo Gatti e Matteo Signorelli

ingresso libero

una serata in collaborazione del MFN – Milano Film Network in occasione della Milano Movie Week: doppia proiezione a ingresso libero di due film sostenuti dal Network: DIORAMA di Demetrio Giacomelli, Matteo Gatti e Matteo Signorelli, vincitore della sezione Italiana.doc al 35° Torino Film Festival, e MY HOME, IN LIBYA di Martina Melilli, presentato in anteprima mondiale al Locarno Festival.

Il rospo, la cicogna e la rondine. Diorama, come in un affresco, racconta l’incontro tra l’uomo e l’animale selvatico in città. Le voci degli uomini diventano quelle degli animali e i corpi di quest’ultimi quelli degli uomini. Non c’è metamorfosi né trasformazione. Sono sovraimpressioni, fantasmi, il tentativo utopico di delineare un’unica mente come matrice del vivente.

«La risposta alla domanda “chi è il re di internet?” è semplice: il gatto. Spiegare il perché è già più difficile.
Ancor prima di YouTube l’uomo preistorico, nelle pitture rupestri, anticipava i gusti odierni prediligendo la raffigurazione della vita animale rispetto ad altri soggetti. Dalle grotte di Lascaux, passando per Topolino sino a Au Hasard Balthazar di Bresson, l’universo delle immagini creato dall’uomo è stato popolato da un infinito numero di animali. [..] Diorama è un documentario sulla presa che il richiamo del mondo animale ha su di noi. Un richiamo che ci lascia interdetti davanti ad un interlocutore, l’animale, che ci attraversa come fantasmi col suo sguardo.» (Demetrio Giacomelli, Matteo Gatti e Matteo Signorelli)

«è un’opera ricercata e dal soggetto inusuale: è infatti incentrata sul complesso legame antropologico che lega gli abitanti di una società compiutamente inurbata, avvezzi agli animali domestici, e le creature selvatiche, considerate ‘distanti’ in virtù della loro appartenenza a un contesto altro e di cui abbiamo esperienza solo marginalmente. Diorama scandaglia l’animo umano focalizzandosi su una tematica cui non siamo abituati, con Giacomelli che inquadra il susseguirsi degli eventi attraverso i gesti e le sensazioni di protagonisti sottratti alla più banale quotidianità. […] un documentario interessante e innovativo che ha il merito di mettere in scena un percorso emotivo che riflette la società contemporanea.» (Massimo Balsamo, Anonima Cinefili)