RACCONTARE MILANO: OPEROSITÀ DI UNA FAMIGLIA

/ / Chiacchiere, Ospiti

Raccontare Milano. 2
Operosità di una famiglia milanese

● IL SECOLO LUNGO DEI FRATELLI RAVIZZA ●

un film di Giulia Ciniselli
sceneggiatura e montaggio: Giulia Ciniselli
fotografia: Corrado Zacchi
Italia, 2011 ● 50 minuti

v.o. in italiano

in sala la regista Giulia Ciniselli

ingresso gratuito

per prenotare scrivi a prenota@cinemabeltrade.net

Al Beltrade due autori, tre serate e quattro film che raccontano Milano da diversi punti di vista. Per riscoprire la storia e le tradizioni della nostra città.

Giulia Ciniselli e Francesco Clerici si incontrano su un tema e un interesse comune, mettendo a disposizione non solo le loro opere, ma uno sguardo che si è esercitato per anni nell’osservazione e nella restituzione dei valori e dei pregi di un quartiere e di una città.

sabato 7 settembre – Biografia di un quartiere
PROSSIMA FERMATA VIA PADOVA (Giulia Ciniselli)
a seguire 15 AGOSTO (Francesco Clerici)

sabato 14 settembre – Operosità di una famiglia milanese
IL SECOLO LUNGO DEI FRATELLI RAVIZZA (Giulia Ciniselli)

sabato 21 settembre – Un caso di eccellenza artigiana
IL GESTO DELLE MANI (Francesco Clerici)

La famiglia Ravizza ha accompagnato e vissuto da protagonista un secolo di storia milanese. Professionisti, insegnanti, artisti, i fratelli Ravizza rappresentano al meglio quella borghesia professionale che tanta parte ha avuto nel garantire lo sviluppo e la crescita civile, materiale e culturale di Milano. Le vicende personali dei fratelli Ravizza si intrecciano con quelle della storia della città e dell’intero Paese e testimoniano una sincera adesione ai valori ambrosiani di sobrietà, intraprendenza, apertura verso il mondo e amore per la propria città. Con queste motivazioni nel 2011 hanno ricevuto l’Ambrogino d’oro.

«I Ravizza sono sei fratelli (un settimo, il maggiore, medaglia d’argento al valor militare, morì nel bombardamento di Livorno nel maggio ’43) nati tra il 1911 e il 1924 a Milano in via Ugo Foscolo. Li ho seguiti e intervistati: si vogliono bene e i ricordi son tanti. La vita scorre più tranquilla ora, ma ancora e’ degna di essere vissuta e non solo per i numerosi figli e nipoti.» (Giulia Ciniselli)