FILMMAKER FESTIVAL THE SKY SOCIALIST

/ / Senza categoria

THE SKY SOCIALIST

un film di Ken Jacobs
sceneggiatura: Ken Jacobs ● fotografia: Ken Jacobs ● montaggio: Ken Jacobs
musiche: Jerome Kern, Olivier Messiaen, Arnold Schoenberg, Francis Poulenc
produzione: Ken Jacobs
Stati Uniti 1964/1965, modificato per il video nel 2019 ●  96 minuti

v.o. senza dialoghi

FILMMAKERS MODERNS

prima internazionale

proiezioni in pellicola, anteprime mondiali e incontri con autori. Dieci giorni di cinema documentario e di ricerca, libero e sperimentale. da sabato 16 novembre, al cinema beltrade arriva filmmaker festival 2019

C’è un’Anna Frank miracolosamente sopravvissuta, ci sono un uomo ossessionato dai fatti della Storia, la musa del cinema, la mentalità nazista che incombe su di loro pochi decenni dopo la Shoah. All’indomani dello sterminio un gruppo di amici interpreta diversi ruoli in un’allegoria della comunità ebraica in cui la razionalità si oppone alla persistenza dell’amore e della vita stessa.

Lontane migliaia di chilometri dall’Europa, le loro “gesta”, filmate fra il 1964 e il 1965 da Ken Jacobs in The Sky Socialist, prendono vita nella Lower Manhattan, in prossimità del ponte di Brooklyn, l’opera architettonica di John Roebling che rappresenta per metonimia la città di New York alla quale le immagini del regista scrivono un’appassionata ode d’amore. Quel ponte e il suo ideatore, lo “Sky socialist” che dà il titolo al film, rappresentano la speranza verso il  futuro nell’oscurità di un mondo in cui la luce stenta ancora ad apparire.

Ken Jacobs (New York, 1933) ha studiato pittura con Hans Hoffmann, uno dei pionieri dell’espressionismo astratto, negli anni Cinquanta. In quel periodo inizia anche la sua carriera come filmmaker: Jacobs gira in 8 e 16mm – e più recentemente in digitale – spesso nel corso di anni. È il caso di The Whirled (1956-1963), Star Spangled to Death (1956-60 / 2001-2004), Little Stabs at Happiness (1958-1960). Nel 1967 fonda insieme alla moglie Florence il Millennium Film Workshop, una cooperativa noprofit di filmmaker aperta a tutti, che mette a disposizione attrezzature, corsi e luoghi di proiezione. Tom, Tom, The Piper’s Son (1969), è parte del National Film Registry dal 2007. Sempre nel 1969 Jacobs inizia a insegnare cinema alla Binghamton University. I suoi lavori sono stati esposti e proiettati, fra i tanti, al MoMa di New York – che gli ha dedicato una retrospettiva nel 1996 – al Louvre, alla Berlinale, al Festival di Rotterdam, all’American Museum of the Moving Image di Astoria (New York). Fra i riconoscimenti il Maya Deren Award dell’ American Film Institute e il Guggenheim Award.

Keunang a Los Angeles nel 2015.