Blade Runner 2049

/ / Senza categoria

Blade Runner 2049

un film di Denis Villeneuve
con Harrison Ford, Ryan Gosling, Jared Leto, Ana de Armas, Robin Wright, Mackenzie Davis
Sceneggiatura: Hampton Fancher, Michael Green
Fotografia: Jordan Cronenweth ● Montaggio: Terry Rawlings, Marsha Nakashima ● Musica: Vangelis
Produzione: The Ladd Company, Sir Run Run Shaw, Tandem Productions
distribuzione: Warner Bros.
Regno Unito, Stati Uniti, Canada 2017 ● 152  minuti

v doppiata in italiano

L’acclamatissimo regista Denis Villeneuve insieme ad un pluripremiato cast, riportano il capolavoro della fantascienza al cinema. Trentacinque anni dopo gli eventi del primo film. La forza suggestiva di un sequel che nessuno aveva previsto.

5 dicembre-17:00 ▪︎ Rho ▪︎︎ cin&città

5 dicembre-21:00 ▪︎ Rho ▪︎︎ cin&città

6 dicembre-21:00 ▪︎ Rho ▪︎︎ cin&città

7 dicembre-21:00 ▪︎ Rho ▪︎︎ cin&città

Sono trascorsi trent’anni dall’ultima missione del cacciatore di replicanti Rick Deckard (Harrison Ford), Los Angeles appare come una metropoli futuristica dominata da un ordine apparente e i Blade Runner vanno ancora a caccia di esseri robotici. Uno degli uomini più promettenti della nuova generazione, l’agente K (Ryan Gosling) della polizia locale, deve affrontare una scoperta sconvolgente che minaccia di abbattere le fondamenta stesse della società contemporanea. K si mette in cerca del famoso Deckard per condividere con lui il peso del segreto rimasto sepolto per anni, e riesce a rintracciarlo nonostante l’uomo abbia abilmente fatto perdere le sue tracce per decenni. Nel frattempo le forze nemiche sfoderano tutte le loro armi per impedire a K di rivelare la terribile verità.

«Il primo Blade Runner a livello estetico ha lasciato il segno. Ha atmosfere cupe e fumose. Abbiamo cercato di creare un’analogia riproducendo lo stesso tipo di ambiente ma portando anche delle novità. Il mondo del sequel è un mondo peggiore, c’è un clima più freddo. (…) Non ho accettato a cuor leggero. Ci ho pensato molto prima di dire si. Ho accettato sapendo di aver il controllo di tutto. Sono consapevole che è difficile fare successo con il sequel di un capolavoro. Ho accettato per amore del cinema. Ma credo che questo sia il mio film migliore.» (Denis Villeneuve)

«Il nuovo Blade Runner è innestato sui due assi principali su cui era incentrato l’essere umani nel mondo dei replicanti: “Veri ricordi uguale vere reazioni umane”. Anche qui la possibilità di ricordare qualcosa di vero discrimina chi è sintetico da chi non lo è. Con il suo passo moderato e la pochissima fretta di arrivare al dunque, Blade Runner 2049 fa di tutto per somigliare all’originale, ne incorpora qualche sequenza, un pezzo di audio e ad un certo punto anche di più, eppure non lo fa per ritoccarne la mitologia (…) ma per accrescerla, per rendere ancora più importanti gli eventi passati. Quello tra gli accadimenti del 2019 e quelli del 2049 è una parte importante della storia ma è un rapporto che rimane in superficie (…). La sostanza del film è molto diversa e ciò è il suo vero pregio: essere un film di fantascienza di Denis Villeneuve, (…) serio e autonomo pur nei suoi legami con il precedente.» (Gabriele Niola, badtaste.it)