Flashdance

/ / Senza categoria

Flashdance

un film di Adrian Lyne
con Jennifer Beals, Michael Nouri, Lilia Skala, Sunny Johnson,
Kyle T. Heffner, Lee Ving, Ron Karabatsos, Belinda Bauer
sceneggiatura: Thomas Hedley Jr., Joe Eszterhas ● fotografia: Don Peterman
montaggio: Bud S. Smith, Walt Mulconery ● musiche: Giorgio Moroder
produzione: Polygram Pictures
Stati Uniti, 1983 ● 89 minuti

Oscar, 1984: miglior canzone originale a Irene Cara, Giorgio Moroder, Keith Forsey
Golden Globe, 1984: miglior colonna sonora a Giorgio Moroder; miglior canzone a Giorgio Moroder, Keith Forsey, Irene Cara

v. doppiata in italiano

Flashdance, cult musical anni ’80 ricco di hit storiche diretto da Adrian Lyne con la splendida Jennifer Beals, giovane operaia e ballerina di night club che sogna di sfondare nel mondo della danza

mercoledì 10 luglio 21:30 ▪︎ Cologno Monzese ▪︎︎ cinema in villa

Alex, moderna ragazza diciottenne, lavora come saldatrice in una grande officina di Pittsburgh, Pennsylvania e la sera arrotonda il salario ballando la Flashdance in un locale notturno. Tuttavia, il suo sogno è fare la ballerina di professione e a sostenerla nell’idea c’è Hanna, un’anziana amica ex danzatrice classica. Nel frattempo, Alex fa conoscenza con Nick, il suo giovane datore di lavoro, divorziato. Tra i due si instaura un rapporto che sembra destinato a durare, fino a quando lei, viene a sapere che Nick sfrutta le sue conoscenze per facilitarle l’entrata nell’accademia di danza. Alex rompe l’amicizia, offesa nel suo orgoglio personale, ma poi ci ripensa, si pente, rifà pace e decide di affrontare il provino di ammissione…

«L’America della metà degli anni Ottanta è ancora la terra delle grandi occasioni e delle infinite opportunità, immagine che da sempre impera nelle produzioni statunitensi: ognuno ha la possibilità di farcela e di lasciarsi alle spalle un’esistenza non scelta, basta desiderarlo, e spesso il cinema, soprattutto quello americano, racconta la vita, la fatica, le rinunce e la gloria di chi sente dentro il “richiamo dell’arte”. Risulta evidente quanto tale questione attragga gli spettatori incontri le esigenze di un pubblico giovane; si pensi, ad esempio, al successo planetario di Fame (1980), che generò una serie televisiva replicata tuttora. Dal canto suo Flashdance – il cui impatto fu inaspettato, ma fortissimo – esalta la forza dei sogni e l’energia di realizzarli, proponendo un soggetto assolutamente conforme alla fabbrica dei sogni per eccellenza, Hollywood.» (Angelica Tosoni, silenzioinsala.com)