Gli incredibili 2

/ / Senza categoria

Gli incredibili 2
Incredibles 2

un film d’animazione di Brad Bird
con le voci di Bebe Vio, Amanda Lear, Orso Maria Guerrini, Tiberio Timperi
Isabella Rossellini, Ambra Angiolini
sceneggiatura: Brad Bird ● fotografia: Mahyar Abousaeedi, Erik Smitt
montaggio: Stephen R. Schaffer ● musica: Michael Giacchino
produzione: Walt Disney Pictures, Pixar Animation Studios
distribuzione: Disney Pixar
Stati Uniti, 2018 ● 118 minuti

v. doppiata in italiano

Brad Bird torna dopo 14 anni a raccontare le avventure della famiglia di supereroi più famosa del cinema. Questa volta la vera eroina della storia è Elastigirl, in un film ricco di azione e umorismo, forza politica e figure femminili centrali e diverse da come ci vengono sempre raccontate.

Helen viene scelta per condurre una campagna a favore del ritorno dei supereroi, mentre Bob deve gestire le imprese quotidiane di una vita “normale” a casa con Violetta, Flash e il piccolo Jack-Jack… i cui poteri stanno per essere scoperti. La loro missione viene però messa a repentaglio quando un nuovo nemico escogita un piano geniale e pericoloso che minaccia di distruggere ogni cosa. Ma i Parr non rifiutano mai una sfida, specialmente quando hanno Siberius al loro fianco. Ecco perché questa famiglia è così “incredibile”.

«Vogliamo evitare di essere prevedibili. C’è una vera e propria tendenza a “bombardare il pubblico” nei sequel. Generalmente si comincia con delle idee relativamente chiare per realizzare buoni film ma poi, sequel dopo sequel, spesso ci si dimentica sempre più dei personaggi in favore dello spettacolo fine a se stesso. È più facile, per modo di dire “dare gas e far esplodere cose”, aumentare i budget e gli effetti speciali. (…) Penso che l’effetto speciale più grande sia prendersi cura di un personaggio. Moltissimi film sembrano dimenticarselo, inseriscono moltissime palle infuocate e poi si chiedono come mai non hanno avuto l’impatto che speravano, nonostante fossero fortissime e gigantesche. La verità è che una palla infuocata non interessa a nessuno se non si tiene alla persona che fugge da essa.» (Brad Bird)

«Inutile nasconderlo, la Pixar ha realizzato di nuovo il miglior film di supereroi in circolazione. In questo film scritto e diretto dal solo Brad Bird  c’è un cuore amarissimo, molto critico con la mania dei supereroi, che in un lungo discorso mette in chiara correlazione l’ossessione per il supereroismo con un più grande desiderio di scarico di responsabilità. Non fare niente e guardare altri che fanno, diventare amebe immobili da schermo, la stessa identica prospettiva mostrata tramite gli umani del futuro di Wall-E che appaltano tutto alle macchine come oggi sogniamo di appaltare ad altri (potentissimi) la soluzione di ogni problema. È anche un film dotato di un umorismo devastante e di immensa azione e pure quella è nuovamente curata, in linea con l’evoluzione del genere, sempre varia, ad altissimi livelli di coreografia, montaggio, inventiva e complessità. Aiuta molto il fatto che sia Elastigirl stavolta l’action hero, quindi un’altra idea di azione, meno fracassona e più dinamica. Del resto è proprio lei la vera protagonista di un film molto femminile, in cui tutti i personaggi rilevanti sono donne ma a differenza del resto dei film non somigliano a nessuna di quelle che ci vengono sempre raccontate. Che poi è la maniera migliore di fare politica: non dire cose ma metterle in pratica e dimostrare la complessità, la diversità e le possibilità di altre storie con altri protagonisti. Questa è (di nuovo) la miglior Pixar: quella che non fa vedere qualcosa di mai visto in un cartone ma proprio qualcosa di mai visto in un film.» (Gabriele Niola, Badtaste.it)