Vacanze romane

/ / Senza categoria

VACANZE ROMANE

un film di William Wyler
con Gregory Peck, Audrey Hepburn, Eddie Albert, Hartley Power, Harcourt Williams, Margaret Rawlings, Tullio Carminati, Paolo Carlini, Claudio Ermelli, Gorella Gori, Alfredo Rizzo, Laura Solari, Paola Borboni

sceneggiatura:Ian McLellan Hunter, John Dighton ● fotografia: Henri Alekan, Franz Planer
montaggio:Robert Swink ● musiche: Georges Auric
produzione: PARAMOUNT PICTURES
distribuzione: PARAMOUNT – CIC VIDEO – DVD: PARAMOUNT HOME ENTERTAINMENT.
USA, 1953 ● 118 minuti

1954 – Premio Oscar: Miglior attrice protagonista, Miglior soggetto a Dalton Trumbo (riconosciutogli solo nel 2011)
Migliori costumi a Edith Head; Golden Globe: Miglior attrice in un film drammatico; Premio BAFTA: Migliore attrice britannica a Audrey Hepburn

v. doppiata in italiano

Un’avventura romantica in una Roma metafisica e fiabesca: un film senza tempo con Gregory Peck e Audrey Hepburn.

giovedì 8 agosto 21:30 ▪︎ Vedano al Lambro ▪︎︎ cinema in piazza

Un cinegiornale annuncia la visita della giovane principessa Anna nelle principali capitali europee. L’ultima tappa è Roma, dove, dopo un ricevimento in ambasciata di fronte a tutte le cariche istituzionali e gli esponenti della nobiltà internazionale, la principessa esausta e frustrata dai suoi impegni diplomatici ha una crisi nervosa. Il dottore di corte le somministra un sonnifero, ma prima che faccia effetto, Anna riesce a fuggire da palazzo nascondendosi nell’autocarro delle vivande. Viene trovata poco dopo sdraiata nei pressi dei Fori Imperiali dal reporter americano Joe Bradley, che, senza averla riconosciuta, cerca invano di metterla su un taxi che la riporti a casa, per poi decidere di ospitarla nel proprio studio. Il giorno dopo, Joe si reca alla redazione del suo giornale e solo là, dopo aver visto una foto sul quotidiano del giorno, comprende chi sia realmente la ragazza che sta dormendo a casa sua. Joe scommette allora col suo capo che per il giorno seguente gli farà avere un articolo esclusivo sulla principessa e mette in allerta un suo amico fotografo.

«Deliziosa comedy-romance premiata nel 1954 con tre premi Oscar, tra i quali miglior attrice protagonista ad Audrey Hepburn, da quel momento lanciata nell’Olimpo delle star hollywoodiane grazie alla sua recitazione spontanea, una bellezza discreta ed un’innata eleganza che ne fece ben presto diva glamour.
La forza di questa fiaba romantica è senza dubbio nei due fascinosi protagonisti, in una storia d’amore d’altri tempi all’ombra della Città eterna ed una confezione impeccabile grazie alla solida messisncena di un veterano come William Wyler, che sei anni dopo ci regalerà il kolossal Ben Hur e nel 1966 tornerà a lavorare con la Hepburn, ormai star affermata, nella comedy ‘Come rubare un milione di dollari e vivere felici’». Pietro Ferraro, ilcinemaniaco.it