CARAVAGGIO

/ / Senza categoria

CARAVAGGIO

un film di Derek Jarman
con Nigel Terry, Sean Bean, Tilda Swinton, Spencer Leigh, Robbie Coltrane, Nigel Davenport
sceneggiatura: Derek Jarman, Suso Cecchi D’Amico ● fotografia: Gabriel Beristáin
montaggio: George Akers ● musiche: Simon Fisher-Turner
scenografia: Christopher Hobbs ● costumi: Sandy Powell
produzione: British Film Institute (BFI), Channel Four Television
distribuzione: Movies Inspired
Gran Bretagna, 1986 ● 93 minuti

v.o. inglese con sottotitoli in italiano

Festival di Berlino 1986: Orso d’Argento e C.I.D.A.L.C. Award a Derek Jarman
Istanbul IFF 1987: Premio Speciale della Giuria

il film sarà preceduto dalla proiezione del cortometraggio THE QUEEN IS DEAD:
un film di Derek Jarman • co-regia: Richard Heslop, John Maybury
fotografia: Christopher Hughes • montaggio: Sally Yeadon
musiche: The Queen Is Dead, There Is a Light That Never Goes Out, Panic by The Smiths
Super 8 • Gran Bretagna, 1986  13 minuti

finalmente torna in sala in edizione restaurata uno dei capolavori di Derek Jarman, genio underground proveniente dalla pittura. e si vede! un Caravaggio queer, italiano e internazionale, icona furibonda della mescolanza di arte e vita

sabato 8 agosto
13:20

lunedì 10 agosto
12:50

Porto Ercole, 1610. Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, sorvegliato dal giovane servo muto Jerusalem, è agonizzante per la malaria. Nell’agonia ‘Michele delle ombre’ evade nel ricordo, ripercorrendo la sua vita segnata da genialità e sregolatezza. In una continua successione d’interni metafisici che richiamano il tipico spazio caravaggesco si costruisce un ritratto immaginario, una personale rilettura di Michelangelo Merisi fedele non ai fatti storici ma alla sua personalità e alle sue emozioni più nascoste, nonché specchio, al tempo stesso, della biografia e delle emozioni di Jarman.

«Un film febbrile e dispendioso di energie e d’ispirazione, diseguale ma di una forza passionale e tragica incomparabile, graziato da un seducente lavoro di scrittura («Le stelle sono i diamanti dei poveri») e da una regia straniata ed estrema nell’uso dei corpi e nella loro manipolazione espressiva. Jarman non arretra di fronte a nessuna delle sue urgenze e dei suoi sfizi smaniosi, ma firma allo stesso tempo uno dei suoi film più sentiti. Grande spazio, anche troppo, è concesso alla relazione promiscua, orchestrata a mo’ di triangolo amoroso, di Caravaggio con Ranuccio Tomassoni, interpreto da Sean Bean, e l’amante di questi, Lena, impersonata da una luminosa Tilda Swinton, alla prima collaborazione con Jarman. Ritornerà in svariati titoli dell’autore, segnando una collaborazione memorabile nonché fondamentale per la sua carriera.» (Longtake.it)

The Queen Is Dead è un cortometraggio in Super 8 dedicato al gruppo musicale di culto The Smiths, realizzato da Derek Jarman nel 1986 – lo stesso anno di Caravaggio – sulla musica di tre brani del gruppo di Manchester: The Queen Is Dead, There Is a Light That Never Goes Out e Panic. Come “Caravaggio”, il corto di Jarman porta con sé un modo di fare cinema, anche nella forma breve vicina alla clip musicale, che si mantiene sempre libero e fresco, originale e giocoso, indipendente e sfrontato.