Days

/ / Senza categoria

DAYS
日子

un film di Tsai Ming-liang
con Lee Kang-Sheng, Anong Houngheuangsy
sceneggiatura: Tsai Ming-liang ● fotografia: Jhong Yuan Chang
montaggio: Jhong Yuan Chang
produzione: Homegreen Films
distribuzione: Double Line
Taiwan, 2020 ● 127 minuti

v.o. cinese con sottotitoli in italiano

2020, Festival di Berlino: premio Teddy, menzione speciale al regista

Il ritorno al cinema di finzione di Tsai Ming-liang approfondisce il suo stile empatico e osservatore, tratteggiando tra i silenzi e le attese una storia di fragilità umana di magistrale spessore.

venerdì 22 ottobre
21:50

sabato 23 ottobre
19:50

domenica 24 ottobre
17:30

lunedì 25 ottobre
14:20

martedì 26 ottobre
15:50

mercoledì 27 ottobre
11:00

Kang soffre da anni di un disturbo alla cervicale di natura misteriosa che lo spinge a una continua ricerca di cure in grado di alleviargli il dolore. Anong è un giovane del Laos che lavora in nero a Bangkok, cucinando i piatti del suo villaggio natale. Confinati nella loro solitudine, i due uomini condividono un momento d’intimità in una camera d’albergo. La sera, dopo una breve cena, Kang e Anong si separano per continuare la loro vita, i loro giorni…

« Dopo Stray Dogs, ho smesso di lavorare a sceneggiature. Tuttavia, non ho mai smesso di fare film. In pochi anni ho realizzato otto titoli imperniati sul motivo della lenta camminata di Lee. Nel frattempo, nella vita reale, Lee continuava a soffrire di una strana malattia fisica. Mi addolorava vedere il suo aspetto fragile. Dato che la sua infermità è continuata per così tanto tempo, a volte la filmavo. Anche se non sapevo come avrei usato questo girato. Tre anni fa a Bangkok ho incontrato un lavoratore laotiano. Attraverso le nostre video-chat, lo vedevo nella sua modesta stanza, mentre cucinava i cibi della sua città natale. Mi sono sentito obbligato a prendere un aereo per andare a filmarlo. E così, di punto in bianco, ho iniziato a fare un altro film.» (Tsai Ming-liang)

«Il tempo scorre sempre lento nel bellissimo cinema del regista malese Tsai Ming-liang, mentre i secondi diventano minuti, i minuti diventano ore e le ore diventano Giorni, come il titolo della pellicola di Ming-liang presentata al concorso di Berlino. Forse il lavoro più toccante di Tsai Ming-liang. Days, 127 minuti senza dialoghi, racconta un momento nelle vite di due uomini mentre queste si toccano, incrociano e poi separano di nuovo. Il nuovo film di Tsai Ming-Liang è uno studio magistralmente ridotto sulla solitudine. Una pellicola magica ed essenziale.» (Simone Porrovecchio, Cinematografo.it)