IL CINEMA È DI CHI LO GUARDA ● visione gratuita

/ / VOD

IL CINEMA È DI CHI LO GUARDA

un progetto realizzato da Barz and Hippo
per conto di Comune di Rho – Assessorato alla Cultura
con il contributo di Fondazione Cariplo
montaggio: Francesco Clerici ● musiche: Andrea Paganini
riprese (interviste): Cannizzaro TV
riprese: Francesco Zucchetti, Francesco Clerici
ricerche fotografiche e storiche: Teatro dell’Armadillo – Teatro Inaudito
produzione: Barz and Hippo
Italia, 2011 ● 30 minuti

v.o. in italiano

per vedere il film gratuitamente invia una mail a barzvod@cinemabeltrade.net

un film sul cinema che resiste anche in assenza di … cinema

grazie a tutte le spettatrici e gli spettatori che hanno reso possibile la realizzazione di questo documento

“Una breve indagine aneddotica sulla scomparsa dei cinema a Rho e sul cinema che non è scomparso”.
Così recita il sottotitolo di questo mediometraggio che racconta di come Rho sia stata “città dei cinema”. Negli anni Settanta la cittadina spiccava nel panorama della provincia di Milano per l’alto numero di sale cinematografiche di prima visione in rapporto al numero di abitanti. Vi si trovavano infatti ben sette sale, ed era attivo un cineforum molto seguito. Tra i cinema attivi, il famoso “Set Club”, mille posti e poltrone che si potevano addirittura far vibrare per un surplus di effetti speciali…

La crisi delle monosale ha poi investito anche il territorio rhodense, fino alla chiusura delle ultime due sale avvenuta nel 2006. Ma da molti anni, anche grazie al sostegno e all’iniziativa del Comune, esiste e resiste un cineforum che dimostra la mai sopita voglia di cinema dei cittadini di Rho. Sono loro, prevalentemente, a raccontare in questo film il loro legame con il cinema e con le sale, i loro ricordi e le testimonianze di una trasformazione che ha visto morire i cinema, ma non il cinema… in sala!