LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE

/ / Senza categoria

LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE
Kaguya-hime no monogatari

un film di Isao Takahata
sceneggiatura: Isao Takahata, Riko Sakaguchi ● montaggio: Toshihiko Kojima
montaggio: Toshihiko Kojima ● musiche: Joe Hisaishi
produzione: Studio Ghibli
distribuzione: Lucky Red
Giappone, 2013 ●  137 minuti

v.o. giapponese con sottotitoli in italiano

LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE è l’ultimo capolavoro del maestro Takahata, perfetta sintesi della sua ricerca formale tematica, un omaggio all’arte dell’animazione attraverso tavole perfette, una musica indelebile e un racconto insieme antico e moderno, meraviglioso e struggente.

venerdì 9 Agosto
23:50

sabato 10 Agosto
11:00

lunedì 12 Agosto
21:30

Un giorno di Primavera, Okina, un anziano tagliatore di bambù, trova nel germoglio di una pianta una creatura luminosa che ha le sembianze di una principessa. Portata a casa dal giardiniere, questa si trasforma in una neonata, che viene adottata immediatamente. La piccola cresce molto in fretta, mentre l’uomo trova costantemente nello stesso campo alcune pepite d’oro e vestiti.

«Penso che La storia della principessa splendente ho potuto realizzarlo solo perché sono invecchiato. La storia parla in un certo senso della morte (…). Le persone muoiono, ma quello che volevo sottolineare è che prima di morire dobbiamo capire come vivere su questa Terra, e come vivere bruciando dal desiderio di essere vivi.» (Isao Takahata)

«La storia della principessa splendente ci indica un sentiero difficile da (ri)percorrere, rielaborando un immortale patrimonio narrativo ed estetico: l’animazione è Arte, è un lavoro certosino, è il tempo passato su ogni singola tavola, è contenuto, storia, emozione, è un vitale intreccio tra realtà e fantasia, è immaginazione al potere. Il bianco. Il non-colore. L’assenza del colore impreziosisce le composizioni cromatiche, esalta la potenza pittorica della pellicola, le metamorfosi delle linee del character design – la sequenza della corsa disperata della principessa, furiosa come un samurai di Cronache della imprese dei ninja di Nagisa Oshima. Strabiliante. Un fotogramma, un quadro. Una poesia visiva. La storia della principessa splendente è il trionfo dell’animazione, dei colori, dei tratti, delle intuizioni grafiche; è arte, sperimentazione e innovazione con potenzialità e budget commerciali. Un’operazione meravigliosa e al tempo stesso inevitabilmente “fallimentare”. Takahata tesse un capolavoro, accompagnato dalle note di Joe Hisaishi, intrecciando classicismo narrativo e sperimentazione estetica, andando volontariamente contro le regole non scritte dell’animazione da box office.» (Raffaele Meale, quinlan.it)