MEMORY: THE ORIGINS OF ALIEN

/ / Film

MEMORY: THE ORIGINS OF ALIEN

un film di Alexander O. Philippe
con Bijan Aalam, Tim Boxell, Axell Carolyn
sceneggiatura: Alexandre O. Philippe ● fotografia: Robert Muratore
montaggio: Chad Herschberger ● musiche: Jon Hegel
produzione: Exhibit A Pictures
Stati Uniti/Svizzera, 2019 ● 95 minuti

v.o. in inglese con sottotitoli in italiano

anteprima speciale in collaborazione con
SPRINT 2021-Independent Publishers and Artists’ Books Salon e Istituto Svizzero
proiezione a ingresso gratuito
per riservare il tuo posto clicca qui
(scrolla la pagina fino in fondo e clicca su R S V P N O W)

in collaborazione con Sprint 2021-Independent Publishers and Artists’ Books Salon e Istituto Svizzero, una serata dedicata alle origini di un cult del cinema di fantascienza con la proiezione del documentario MEMORY: THE ORIGINS OF ALIEN , che scava negli archivi del lungometraggio di Ridley Scott illustrandone  mito, radici ed ispirazioni

giovedì 2 Dicembre
20:00

Quali sono le fonti di ispirazione su cui si è innestato uno dei grandi capolavori della fantascienza moderna? Scopri anche tu le influenze che la mitologia greca ed egiziana, i fumetti della cultura underground, l’arte di Francis Bacon e le visioni oscure di Dan O’Bannon e H.R.Giger che si sono esercitate sul regista Ridley Scott e su quanti marchiarono per sempre la visione cinematografica dello spazio.

«Per me guardare più volte un film è più importante che vederlo la prima volta, come leggere un libro più volte è essenziale. Sono onestamente preoccupato per la direzione che sta prendendo la cultura perché credo non ci stiamo concedendo il tempo per riflettere su cosa è importante. Spero che film come il mio siano un piccolo passo nella giusta direzione, ma non posso fare molto. Sono però felice di vedere la reazione delle persone a un film come Memory e permette di andare maggiormente a fondo nella creazione di Alien e generalmente, come esercizio, dimostra che se approfondisci un lungometraggio grandioso si crea molta gioia.» (Alexandre O. Philippe)

«Nei suoi 90 minuti di durata, Memory: The Origins of Alien include un ritratto del geniale sceneggiatore Dan O’Bannon, tratteggiato in maniera amorevole con alcune interviste alla vedova Diane: scoprire quali film e fumetti erano la sua passione, quali lo abbiano influenzato da piccolo, per passare all’archetipico e grottesco Dark Star di John Carpenter del 1974 (la nostra recensione), al fallimentare adattamento di Dune di Alejandro Jodorowsky (il nostro approfondimento), alla povertà, fino a giungere alle scarne pagine di “Memory” appunto, mostra allo spettatore la dimensione tattile e umana del processo di creazione del cuore di Alien: uomo, vita, immaginazione e proiezione nella scrittura.» (Claudio Porta, ilCineocchio.it)