NO MAPS ON MY TAPS

/ / VOD

NO MAPS ON MY TAPS

un film di George T. Nierenberg
con Lionel Hampton Howard “Sandman” Sims Bunny Briggs Chuck Green
sceneggiatura: George T. Nierenberg, Lynn Rogoff ● fotografia:
montaggio: Paul Barnes ● musiche: Lionel Hampton, Dick Vance
produzione: George T. Nierenberg
distribuzione: Reading Bloom e Milestone Film
Restaurato da Metropolis Post con i finanziamenti di Turner Classic Movies
Stati Uniti, 1979 ● 59 minuti

v.o. inglese con sottotitoli in italiano

1980 Emmy Award: Lionel Hampton per la Direzione Musicale

per l’International Tap Dance Day arriva su il beltrade sul sofà lo straordinario film di George T. Nierenberg, No Maps On My Taps, con la direzione musicale di Lionel Hampton e la maestria dei tre vecchi “hoofers” Bunny Briggs, Chuck Green e Howard “Sandman” Sims.

L’epoca d’oro della tap dance ha attraversato la prima metà del XX secolo e ha visto esibirsi artisti eccezionali come Bill “Bojangles” Robinson, John Bubbles, Fred Astaire e Gene Kelly. Il declino iniziò negli anni ’50 quando molti nightclub chiusero e la popolarità del rock n’roll contribuì ad allontanare il pubblico dalla musica jazz e di Broadway. Due eventi rilanciarono questa forma d’arte: nel 1978 Gregory Hines divenne una celebrità grazie alla sua performance nel musical Eubie! Gregory, nominato ai Tony Awards; nel 1979 George T. Nierenberg diresse No Maps On My Taps, con la direzione musicale di Lionel Hampton e la maestria dei tre vecchi “hoofers” Bunny Briggs, Chuck Green e Howard “Sandman” Sims. Il film divenne da subito un successo di pubblico e di critica: vinse numerosi premi, tra cui un Emmy Award, e fu trasmesso dalla PBS e da altre emittenti televisive internazionali. I tre veterani della tap dance tornarono a calcare le assi del palcoscenico in tutto il mondo conquistando una moltitudine di nuovi fan e ispirando migliaia di giovani ballerini a indossare le scarpe da tap.

La pellicola torna sul grande schermo – in Italia, Svizzera e altri paesi europei – grazie a una collaborazione tra Milestone Film e Reading Bloom. Il film, girato in 16mm, è stato restaurato in 2K da Metropolis Post (New York) a partire dal negativo camera originale a/b e dalla colonna sonora magnetica originale. Il restauro è stato finanziato da Turner Classic Movies.

«No Maps on My Taps è considerato un classico.» (New York Magazine)

«Attraverso interviste, fotografie, filmati vintage, insieme ad alcuni tra i piedi più allegri in circolazione, Nierenberg trasmette il piacere, la soddisfazione e la difficoltà di una delle forme d’arte indigene d’America.» (The Boston Globe)