VOGLIO DORMIRE CON TE

/ / VOD

VOGLIO DORMIRE CON TE

un film di Mattia Colombo
con ROBERTO CARUSO, SILVIA SANTONI, STEFANO MONTAGNANA,
GABRIELE DE RISI, PAOLO LONGHI, MICHELE DENARO, SIMONA COLOMBO,
ROLANDO COLOMBO, LUCA ACERBIS E ALESSANDRA LOCATELLI
sceneggiatura: MATTIA COLOMBO, VALENTINA CICOGNA ● fotografia: JACOPO LOIODICE
montaggio: VALENTINA CICOGNA, VERONICA SCOTTI
musiche: NEST (OTTO TOTLAND & HUW ROBERTS) E DEAF CENTER (OTTO TOTLAND & ERIK SKODVIN)
produzione: Start, The Kingdom
distribuzione: Start
Italia, 2015 ● 75 minuti

v.o. in italiano

2014 Trieste Film Festival: Premio Corso Salani● 2015 Cinéma du Réel ● Biografilm Festival

Voglio dormire con te è un documentario sull’amore, il disamore e la fragilità dei legami umani.
È un film privato, come un diario o una conversazione sentita per caso.

Roberto e Silvia, Gabriele e Steve, Paolo e Michele sono tre coppie che nel film si mettono a nudo per condividere le esperienze più intime, raccontare la crisi e l’individualismo, la paura di amare e la scoperta di nuovi modi per stare insieme. Nel film entrano anche le storie di Alessandra, che inscatola un passato, e di Luca, che si proietta in un futuro. E se questi sono i personaggi attraverso i quali si snoda il percorso del film, è invece l’inossidabile coppia dei genitori del regista, Simona e Rolando, modello scomodo d’integrità morale e di una pragmatica difficile da replicare, la sponda dalla quale il viaggio comincia.

«Voglio dormire con te è un documentario in cui la sfera intima e quella pubblica si sfiorano e gli spazi privati delle stanze da letto diventano cassa di risonanza delle incertezze che mi piacerebbe condividere con gli spettatori, nella speranza di poter parlare anche di loro. L’idea del film nasce da un bisogno personale, ma incontra nel dramma delle singole storie il contesto precario in cui viviamo e, attraverso il tema delle relazioni, cerca di raccontare una generazione esclusa dalla sicurezza, dalla fiducia verso le cose future, dalla progettazione a lungo termine. Condividendo aspettative e difficoltà direttamente con i personaggi del film, cercherò di mostrare come nel contesto di oggi anche le relazioni sentimentali siano vissute in uno stato d’emergenza permanente, un eterno presente fatto di facce che si accumulano, profili virtuali che non scompaiono, di rapporti che si sovrappongono e si mischiano. Le scene del film si costruiranno attorno a fatti che appartengono alle quotidianità delle singole coppie, il tipo di vita che conducono nelle rispettive case, teatro delle loro tensioni, dei loro affetti, delle loro frustrazioni.» (Mattia Colombo)

« Grazie al sistematico confluire delle situazioni e dei personaggi, “Voglio Dormire con Te” diventa un racconto corale che testimonia la precarietà e temporaneità dell’amore al giorno d’oggi, dovute all’incertezza verso il futuro e ad un individualismo pressante. La ricerca sulla fragilità dei rapporti sentimentali appare insolubile ma non per questo vana, poiché proprio attraverso lo sguardo sugli altri il regista (e lo spettatore con lui) riesce ad intravedere, come in uno specchio, il riflesso di sé e delle proprie storie passati, che lo aiutano ad acquisire un più elevato grado di autoconsapevolezza.» (Marco Cipollini, cinemaitaliano.info)