TROPPO CATTIVI

/ / Senza categoria

TROPPO CATTIVI

un film d’animazione di Pierre Perifel
con le voci di Andrea Perroni, Edoardo Ferrario, Valerio Lundini, Francesco De Carlo
Margherita Vicario, Saverio Raimondo, Paola Michelini, Luisa D’Aprile
sceneggiatura: Etan Cohen e Hilary Winston ● montaggio: John Venzon
musiche: Daniel Pemberton
produzione: DreamWorks Animation
distribuzione: Universal Pictures
Stati Uniti, 2021 ● 100 minuti

v. doppiata in italiano

Il ritmo scatenato delle più indiavolate commedie, l’umorismo frizzante dei film di Quentin Tarantino unito all’intramontabile fascino dell’animazione: un cocktail micidiale per uno spettacolo che unisce perfettamente davanti al grande schermo grandi e piccini.

venerdì 1 Luglio 21:30 ▪︎ Nova Milanese ▪︎︎ cinema in villa

martedì 12 Luglio 21:30 ▪︎ Bagnolo Cremasco ▪︎︎ cinema sotto le stelle

sabato 16 Luglio 21:30 ▪︎ Rho ▪︎︎ cin&città sotto le stelle in via Meda

martedì 19 Luglio 21:30 ▪︎ Dovera ▪︎︎ Cinema sotto le stelle

Dopo anni di innumerevoli rapine i cinque amici noti come i Troppo Cattivi, i criminali più ricercati al mondo, vengono catturati. L’affascinante borseggiatore Mister Wolf decide di fare un patto (che non ha intenzione di mantenere) per salvarli tutti dalla prigione: i Troppo Cattivi diventeranno buoni. Sotto la guida del loro mentore, il professor Marmalade, i Troppo Cattivi fingeranno davanti al mondo di essersi trasformati in buoni. Lungo la strada però Mister Wolf inizia a capire che fare del bene per davvero può dargli ciò che ha sempre segretamente desiderato: l’accettazione. Riuscirà a convincere gli altri membri della banda a diventare buoni?

«I fumetti a cui il film si ispira vibrano della stessa energia dei film di Steven Spielberg e George Lucas, ma allo stesso tempo vi uniscono l’umorismo alla Quentin Tarantino e l’iconografia dei film sulle rapine e sui criminali. Insomma, tutta le cose più accattivanti che si possano immaginare e che ai bambini in fondo piacciono ma che abitualmente non sono destinate a loro. Ci siamo quindi impegnati a prendere tutto questo materiale e renderlo adatto a loro» (Pierre Perifel)

«Il cinema d’animazione degli ultimi otto o nove anni ha subito una sorta di blocco, soprattutto dal punto di vista visivo. Il motivo? C’è stata una spaccatura tra le produzioni 3D e 2D (…), poi le grandi produzioni hanno capito che forse l’animazione doveva subire un profondo restyling per uscire dal pantano e ritrovare una certa unicità in grado di agganciare i piccoli quanto i grandi. Su questo filone si inserisce Troppo Cattivi basato sull’omonima serie di libri di Aaron Blabey e diretto con tecnica mista da Pierre Perifel. La storia? Beh, riassumibile in un domanda: quanto è difficile… fare i bravi? (…) La grande forza di Troppo Cattivi sta nella concezione: è un film d’animazione brillantemente realizzato, nonché adatto ad un pubblico decisamente ampio, e intanto è a tutti gli effetti un heist movie vecchio stile costruito su di un gruppo di personaggi davvero ben assortito (…). Un lungo viaggio all’insegna di un’animazione al servizio della storia e dei personaggi antropomorfi (ognuno di loro perfettamente caratterizzato), mentre sotto sotto si destreggia quella metafora tipica dei cartoon che hanno il coraggio di puntare sull’intelligenza degli spettatori, qualunque età abbiano. Già perché l’intuizione del carismatico Mister Wolf è chiara: non è importante essere necessariamente buoni o cattivi, bensì è fondamentale fare sempre e comunque la cosa giusta. Costi quel che costi.» (Damiano Panattoni, hotcorn.it)